Tipologie di vincoli – Meccanica

E’ possibile distinguere 8 tipologie di vincoli, soddivise a loro volta in 4 sottogruppi:

Tipologie di vincoli:

  • Interni: tra le particelle interne al sistema
  • Esterni: fra il sistema e l’esterno

 

  • Reonomi: dipendono dal tempo (reo-)
  • Scleronomi: non dipendono dal tempo (sclero-)

  • Unilaterali: se nella loro formulazione contengono almeno una relazione di disuguaglianza
  • Bilaterali: se sono esprimibili mediante sole relazioni di uguaglianza

 

  • Olonomi: vincoli fra le coordinate dei punti di un sistema che sono caratterizzati mediante equazioni e disequazioni in termini finiti
  • Anolonomi: vincoli che si presentano come forme differenziali non esatte, cioè in termini differenziali non integrabili.

Esempi:

  • Un punto P vincolato a muoversi lungo il semiasse positivo delle ascisse:
    x>=0 y=0   vincolo Olonomo, Unilaterale e Scleronomo
  • Un punto P vincolato a muoversi sull’asse delle ascisse:
    y=0   vincolo Olonomo, Bilaterale e Scleronomo
  • Un punto vincolato su una superficie S, che può essere espressa mediante una formula f(x,y,z)=0   vincolo Olonomo, Bilaterale e Scleronomo

Nota bene

I vincoli olonomi limitano sia le posizioni che i movimenti (spostamenti) che un corpo può assumere/compiere.

I vincoli anolonomi limitano solamente gli spostamenti.