Erosione Idrica del Suolo – Agrometeorologia

Appunti di Agrometerologia sull’Erosione Idrica del Suolo

Erosione: processo naturale di distacco, trasporto e sedimentazione delle particelle di terreno ad opera degli agenti atmosferici. Il processo può essere influenzato dalle attività umane.

Può essere causata dal vento, dall’acqua e dai movimenti di massa dove l’acqua altera le condizioni di stabilità del suolo, come nelle frane. Inizialmente le particelle si distaccano e poi vengono trasportate tramite gli agenti erosivi.

L’erosione può portare alla degradazione della struttura del suolo, a perdita della sostanza organica, alla riduzione della produttività del suolo, alla riduzione dello spessore fertile e alla diminuzione di capacità idrica del suolo.

Nella zona di deposizione di sostanze erose si ha un peggioramento della qualità dell’acqua, una diminuzione delle capacità di trasporto dei canali e una minore capacità di immagazzinamento dei bacini idrici.

L’erosione è favorita dall’uomo tramite diradamento o eliminazione della vegetazione, meccanismo delle lavorazioni, riduzione della sostanza organica e della stabilità della struttura per frequenti lavorazioni, modificazioni orografiche, ampliamento dei campi, minori apporti letamici, prevalenza della monocoltura.

Alcuni fenomeni erosivi portano alla formazione di fossi o canali, indebolendo la vegetazione e formando una o più depressioni. L’erosione è maggiore alla base del canale.

Erodibilità: resistenza di un suolo sia al distaccamento che al trasporto. Particelle più pesanti saranno difficili da rimuovere a causa del peso, mentre quelle più fini saranno più difficili da rimuovere a causa della coesione. Ad esempio, limo e sabbia fine hanno una maggiore erodibilità.