Adattamento e Mitigazione dei Cambiamenti Climatici – Agrometerologia

Appunti di Agrometerologia sull’adattamento e sulla mitigazione del cambiamento climatico

Adattamento: strategie per limitare i danni o convivere con le nuove condizioni. Non è una soluzione ma una reazione. I paesi più poveri hanno meno possibilità nell’adattarsi. Piani di adattamento locali.

Mitigazione: sono le strategie che vengono adottate per ridurre gli effetti del cambiamento climatico. Possono essere attuate a diversi livelli di scala, dal locale al nazionale al globale. Più mitigazione induce a meno impatti su cui adattarsi e meno cambiamenti climatici. Gran parte del potenziale di mitigazione dell’agricoltura viene dal sequestro di carbonio nel suolo. Anche dalle bioenergie e dal miglioramento dell’efficienza energetica dei processi e delle macchine.  Competitiva nei costi.

Effetti negativi fisiologici: diminuzioni delle rese per temperature troppo elevate = più respirazione.

Effetti negativi in relazione alla qualità: rischi elevati di contaminazione da aflatossine a seguito di periodi caldi e secchi e forti deficit traspirativi della coltura nella fase di maturazione.

Effetti negativi sulle esigenze irrigue: l’aumento delle temperature, delle massime più delle minime, e la diminuzione dell’umidità aumenta i consumi di evaporazione = maggiori esigenze irrigue.

Adattarsi anticipando il ciclo colturale per sfuggire ai periodi più avversi.